Agro Pontino

Volume di grande formato cm 28 x 37180 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani FabrianoCirca 100 illustrazioni in bianco e nero e a coloriRilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorsoCustodia in pelle con specchiature a stampaAntica stampa fedelmente riprodotta, a corredo del volumeTarga con dedica ad personamTiratura in 999 esemplari numerati
A cura di: Antonella Laganà
Per tanto tempo chiamato “palude pontina” e identificato come luogo inospitale, oggi l'Agro Pontino è una pianura intensamente coltivata e assai popolata. Fin dall'epoca romana uomini e natura si sono contesi la conquista di queste terre, perciò la loro storia viene spesso a coincidere con quella dei progetti di bonifica: i testi raccolti nelle prime due parti del volume - che vanno dalla fine del XVI secolo agli anni Trenta del Novecento - documentano i tentativi più importanti compiuti nelle varie epoche fino alla bonifica definitiva realizzata dal regime fascista. Tra gli ultimi “testimoni” della palude - quali il medico condotto Vincenzo Rossetti - è altissima la consapevolezza di assistere al momento conclusivo di una storia drammatica e plurisecolare. La leggenda della maga Circe e le ipotesi archeologiche relative all'area del promontorio, la piccola Terracina medievale, l'austera struttura urbanistica di Littoria-Latina, il tempio romano di Ercole a Cori, le vicende della distruzione di Ninfa, il dominio dei Caetani di Sermoneta, l'abbazia cistercense di Valvisciolo sono alcuni dei temi trattati nella terza parte del volume. L'opera è puntualmente illustrata da carte di rilevamento dei terreni impaludati; da disegni, rilievi, schemi e progetti di bonifica; da piante dell'antico Lazio; da incisioni di paesaggi e monumenti; da acquerelli e oli riproducenti un mondo ostile ma suggestivo, oggi definitivamente scomparso.

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche