CANE DOVE SEI?

Autore: Pigni Guido
Tecnica: acquaforte
Dimensioni: cm 15x15
Tiratura: 125+X+5 ap
Anno: 2015
Note:
Per spiegare la sua passione per l’acquaforte, Guido Pigni ama citare Lucian Freud: “[Nell’acquaforte] c’è sempre un elemento di pericolo e di mistero. Non sai mai cosa viene fuori. Quel che è nero, è bianco; quel che è a destra, a sinistra”. Pigni realizza acqueforti dal 1992 in collaborazione con Roberto Gatti, fondatore dello storico Laboratorio d’arte grafica di Modena, abile traduttore nel duro metallo del morbido segno dell’artista, affezionato all’acquerello, al pastello, all’acrilico. Cane, dove sei? esprime bene il gusto per l’ironia lieve e lo spaesamento surreale che caratterizzano la sua poetica, attraverso immagini dove la quotidianità resta sospesa nell’assurdo e in cui si respira il clima magico e favoloso dei sogni infantili.

I nuovi mestieri

C’è sempre l’artigiano, c’è sempre un saper fare, ma nei Nuovi mestieri dell’arte c’è soprattutto la tecnologia. All’inizio c’è la fotografia, un’espressione dell’arte che si è lanciata verso il futuro. Poi la tecnologia digitale quando parliamo di tecniche di acquisizione di immagine con sofisticati scanner 3D, che preludono per esempio a tradizionali fusioni in bronzo, o tecnologia di nuovi materiali quando la “fusione” è realizzata con una speciale resina mista a polvere di marmo a imitare il nobile e naturale materiale.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche