Castelli di Trieste

Volume di grande formato cm 28 x 37180 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani FabrianoOltre 100 illustrazioni (incisioni e disegni)Rilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorsoCustodia in pelle con specchiature a stampaAntica stampa a colori fedelmente riprodotta, a corredo del volume.Targa con dedica ad personamTiratura 999 esemplari numerati
A cura di: Laura Ruaro Loseri
Nella sua storia millenaria Trieste non ha sempre potuto, per ragioni politiche, sfruttare tutte le opportunità che il mare le offriva. Stretta fra confini limitati, fu infatti per secoli penalizzata dall'ingombrante potenza di Venezia, fino a che, a partire dal Settecento, non divenne il centro indiscusso dei commerci mediterranei con l'Europa continentale, capace di mantenere rapporti di scambio anche con l'Estremo Oriente. E' in questo contesto che va inquadrato il carattere di Trieste, città di confine, abituata dal suo destino ad accettare genti di altre culture e consuetudini, e nello stesso tempo capace di mantenere una propria inconfondibile identità. Quasi simbolo di tante diversità sono i tre castelli oggetto di quest'opera. Il primo, quello di Duino, abitazione di feudatari coinvolti in varie imprese belliche ma anche strumento di tutela dei commerci, ispirò una delle più belle raccolte di poesie della letteratura mondiale, le Elegie Duinesi di Rainer Maria Rilke; il secondo, quello di San Giusto, fu eretto a difesa della città nella seconda metà del Trecento; il terzo, quello di Miramar, ottocentesca residenza eretta per Massimiliano d'Asburgo, trasmette intatto ancor oggi il proprio fascino di nido d'amore non vissuto.
Siamo spiacenti, questa opera è esaurita

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche