I Montefeltro e i Della Rovere a Urbino e Pesaro

Volume di grande formato cm 28 x 37 224 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani Fabriano 100 illustrazioni in bianco e nero e a colori Rilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro sul piano e sul dorso Custodia in pelle con specchiature a stampa A corredo del volume, un' antica stampa fedelmente riprodotta Tiratura 499 esemplari numerati
A cura di: Paola Munafò, Donatella Santarone, Tiziana Pozzessere
Presentazione di: Piergiorgio Parrone Legate dal punto di vista dinastico, ma ancor più da un ideale di governo “illuminato”, Pesaro e Urbino divengono tra il XV e il XVII secolo centri cosmopoliti di arte e cultura. I loro Principi, veri mecenati, sapranno fare di quelle Corti lo specchio della “Città ideale” emblema della civiltà del Rinascimento italiano. Una luminosa eredità che questo volume mette in risalto attraverso una ricca antologia di testi, fra i quali spiccano documenti e testimonianze dell’epoca accompagnate da uno splendido apparato iconografico. Si ripercorre la storia della famiglia dei Montefeltro, dalle origini fino all’estinzione nel 1508. La continuità dinastica sarà assicurata con l’adozione da parte dell’ultimo duca, Guidobaldo di Montefeltro, di Francesco Maria Della Rovere: l’opera prenderà quindi in esame le vicende di questa nobile famiglia fino alla devoluzione, alla metà del ‘600, dei loro possedimenti alla Chiesa. Il volume raccoglie pagine scelte sulla vita quotidiana alla Corte urbinate di Federico II da Montefeltro, la descrizione dello splendido Palazzo Ducale, del Duomo, delle chiese e degli altri edifici rinascimentali. Ed ancora, una panoramica sulla città di Pesaro all’epoca dei Della Rovere con particolare attenzione alla dimora ducale, agli artisti illustri presenti a Corte, alle feste e alle solenni cerimonie che segnarono la vita della città.

Stampa

La stampa in ambito artistico è una tecnica con la quale vengono create e moltiplicate opere d’arte mediante l’utilizzo di matrici incise. Molto vario è il mondo delle tecniche di incisione che si definiscono per il materiale della matrice: incisioni calcografiche (acquaforte, acquatinta, ceramolle ecc.), xilografie, litografie, serigrafie. E la stampa fine art. Oggi le tecniche incisorie non sono affatto cambiate: venuta meno la loro stretta funzione di “moltiplicatori d’immagine” in seguito all’avvento della fotografia, continuano a essere un mezzo espressivo d’elezione per molti artisti. Lo stampatore ricopre un ruolo fondamentale interpretando il segno artistico con la sensibilità dell’artigiano.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche