Napoli e i suoi tesori

Volume formato in folio di cm 32 x 42280 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani Fabriano260 illustrazioni in bianco e nero e a coloriRilegatura in pelle pregiata con coperta a sbalzo, borchie di metallo sul retro, dorso con nervature e impressioni in oroCustodia in pelle con specchiature a stampaUna stampa antica fedelmente riprodotta, a corredo del volumeTarga con dedica ad personamTiratura in 499 esemplari numerati
A cura di: Renato Parascandolo
Introduzione di: Gerardo Marotta Un viaggio affascinante alla scoperta della Napoli di una volta vista attraverso gli occhi di chi la visse o la visitò nel Sette e Ottocento, rimanendo ogni volta incantato dalle sue bellezze e dai suoi tesori nascosti. Descritta con orgoglio nei suoi monumenti più insigni, come il Palazzo Reale e i palazzi nobiliari, i castelli, i teatri e le grandi chiese, le passeggiate e le piazze; raffigurata con rimpianto negli angoli e nei quartieri che già alla fine dell'Ottocento erano destinati a scomparire. Ed ancora, la Napoli allegra, colorata e piena di umori raccontata attraverso la vita delle strade e dei quartieri, quelli eleganti e quelli “bassi”, Posillipo, Toledo, Santa Lucia, Porto, Pendino, Mercato, Vicaria... Le agiatezze delle famiglie borghesi e i fantasiosi espedienti inventati dal popolo, i suoi personaggi caratteristici e i tanti piccoli mestieri oggi quasi dimenticati. Infine, i sapori della cucina tradizionale, le feste popolari e le imponenti ricorrenze religiose, il fuoco terribile del Vesuvio e le mille luci di Piedigrotta.

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche