Paesaggi Lombardi

Volume formato in folio di cm 32 x 42280 pagine stampate su carta speciale, appositamente prodotta dalle Cartiere Miliani di Fabriano172 illustrazioni in bianco e nero e a coloriRilegatura in pelle pregiata con copertina a sbalzo, borchie di rame sul retro, dorso con nervature e impressioni in oroCustodia in pelle con una stampa a colori su ciascun latoIl volume è corredato di un'antica stampa fedelmente riprodotta Targa con dedica ad personamTiratura in 999 esemplari numerati
A cura di: Roberta Bernabei
Il volume conduce, attraverso una fitta rete di itinerari, alla scoperta del paesaggio lombardo. Un paesaggio che non è unicamente costellato da fabbriche e ciminiere ma che, in molti casi, si è miracolosamente conservato identico a quello ammirato dai viaggiatori stranieri del XVIII e XIX secolo: dalle famose strade che attraverso le Alpi mettevano in comunicazione la regione con l'Europa ai laghi tanto amati da scrittori ed artisti di ogni tempo, alla Brianza. L'opera spazia, così, dagli orizzonti alpini alle fertili pianure della “Bassa”, con capitoli dedicati ai grandi specchi d'acqua, alla Valtellina, ai colli pedemontani, eletti a rifugio da nobili e ricchi borghesi, per poi soffermarsi sul paesaggio urbano dei principali centri che hanno fatto la storia di queste terre. Uno spazio particolare è dedicato a quelle sfarzose dimore, chiamate “Ville di delizia”, che hanno contribuito non poco, nel corso dei due secoli, a ridisegnare il profilo delle campagne lombarde. Correda il volume un ricco apparato iconografico di incisioni, acqueforti e xilografie sette-ottocentesche.

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche