Parma nell’ottocento

Volume di grande formato cm 28 x 37180 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani FabrianoCirca 120 incisioniRilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorsoCustodia in pelle con specchiaturea stampa.Targa con dedica ad personamTiratura in 2499 esemplari numerati
A cura di: Alberto Bevilacqua
Presentazione di: Alberto BevilacquaFondata dagli Etruschi, occupata dai Galli, invasa dai Goti e dagli Unni, conquistata dai Bizantini, sconvolta da lotte civili e dal succedersi delle dominazioni tedesche, francesi, pontificie, splendida capitale sotto i Farnese, nell’Ottocento Parma è una città brillante, ricca, vivace. I viaggiatori, anche quelli più smaliziati come Madame de Stäel, si lasciano sedurre dalle geometrie severe dei monumenti e dai vertiginosi trionfi dei cinquecenteschi affreschi del Correggio; ma anche dalla solenne e chiara eleganza dei libri della Stamperia Ducale, la vivacità delle stagioni teatrali, il diffuso fermento artistico e letterario. L’antica Crisopolis, la bizantina "città dell’oro", nel XIX secolo conosce il lungimirante governo di Maria Luisa d’Austria, ultima duchessa di Parma e Piacenza (le due città, infatti, sono unite da un unico destino dal 1500): è lei che inaugura il Teatro Ducale destinato ad ospitare l’appassionato repertorio verdiano e ad essere ancor oggi, a più di un secolo di distanza, uno dei teatri lirici più belli e importanti d’Italia. La città ottocentesca sembra essere attraversata da una corrente di genialità e di vitalità che gli eventi storici oscurarono e che quest’opera restituisce al pieno fulgore della sua luce.
Siamo spiacenti, questa opera è esaurita

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche