Ruggero II d’Altavilla

Volume di grande formato cm 28 x 37 160 pagine stampate su carta speciale marcata, appositamente prodotta dalle Cartiere Miliani Fabriano Oltre 80 incisioni e tavole a colori Rilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorso Custodia in pelle con specchiature a stampa Targa con dedica ad personam Tiratura 2499 esemplari numerati.
A cura di: Giosuč Musca
Ruggero II d'Altavilla nasce pochi giorni prima del Natale 1095. La madre, Adelaide, appartiene alla nobile famiglia degli Aleramici di Monferrato, il padre, Ruggero I, č l'uomo che č riuscito a strappare la Sicilia agli Arabi e da cui eredita valore militare e intelligenza politica. Come suo padre, Ruggero II capisce che il possesso dell'isola implica all'esterno il predominio nel Mediterraneo (e se lo assicura combattendo sia gli Arabi sia l'imperatore d'Oriente) e all'interno un governo forte e accentrato ma tollerante degli usi, delle tradizioni e delle convinzioni religiose delle diverse popolazioni che la abitano. Il sovrano riesce cosě a far convivere, in un regno potente e sicuro, musulmani, normanni, italiani di Piemonte, Liguria, Lombardia e Toscana che accorrono in Sicilia in gran numero per mettersi al suo servizio. Le leggi e il catasto testimoniano la saggezza della sua amministrazione; la presenza a Palermo di letterati, filosofi e scienziati provenienti da tutta Europa, l'alto grado di civiltŕ della sua corte. Palermo diventa il luogo d'incontro delle civiltŕ greca, latina e araba, evento che si traduce, sul piano architettonico nello stile inconfondibile e suggestivo delle chiese e dei palazzi della Sicilia e del meridione d'Italia.
Siamo spiacenti, questa opera è esaurita

Stampa

La stampa in ambito artistico è una tecnica con la quale vengono create e moltiplicate opere d’arte mediante l’utilizzo di matrici incise. Molto vario è il mondo delle tecniche di incisione che si definiscono per il materiale della matrice: incisioni calcografiche (acquaforte, acquatinta, ceramolle ecc.), xilografie, litografie, serigrafie. E la stampa fine art. Oggi le tecniche incisorie non sono affatto cambiate: venuta meno la loro stretta funzione di “moltiplicatori d’immagine” in seguito all’avvento della fotografia, continuano a essere un mezzo espressivo d’elezione per molti artisti. Lo stampatore ricopre un ruolo fondamentale interpretando il segno artistico con la sensibilità dell’artigiano.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche