Sabina

Volume di grande formato cm 28 x 37180 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani FabrianoCirca 90 illustrazioni in bianco e nero e a coloriRilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorsoCustodia in pelle con specchiature a stampaUna stampa antica fedelmente riprodotta, a corredo del volumeTarga con dedica ad personamTiratura in 1499 esemplari numerati
A cura di: Ines Millesimi
Presentazione di: Roberto MarinelliVari, nel tempo, sono stati il significato e l'estensione del nome Sabina, che è certo uno dei più antichi nomi regionali d'Italia e uno di quelli mantenuti più vivi nell'uso. La regione, infatti, sia nel concetto popolare sia in quello dei dotti, è sempre stata ben distinta dalle regioni vicine per la sua unità di cultura e tradizioni. Percorrendo un paesaggio ora dolce ora aspro, osservando attività agricole e pastorali, vestigia classiche e monumenti artistici, il volume traccia la storia, ricca di aneddoti, di questa singolare regione che il destino associò, è vero, a quello di Roma ma alla quale solo nel 290 d.C. essa si sottomise definitivamente, a testimonianza del suo carattere fiero e indipendente. Alla descrizione dei costumi dell'antico popolo sabino, fa seguito l'analisi della traccia che il famoso ratto delle loro donne ha lasciato nella storia dell'arte. Particolare spazio è poi dedicato alla città di Rieti e ai suoi monumenti, primo fra tutti il Duomo, e alla ricostruita provincia reatina. Alla penna ispirata di illustri viaggiatori è affidato invece il compito di cantare le bellezze naturali della regione di cui non si dimentica il ricco patrimonio tradizionale di miti, leggende e originali creazioni quali la cinquecentesca maschera dello zanno. Dall'antico popolo dei Sabini fino alle testimonianze degli illustri viaggiatori che nell'Ottocento percorrono questa terra. L'incanto delle bellezze naturali, le maestose tracce di un fulgido passato. Senza dimenticare la ricchezza di uno straordinario patrimonio folklorico. Il grande affresco di una regione che non ha mai perso la sua unità di cultura e tradizioni.

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche