Taranto dei due mari

Volume di grande formato cm 28 x 37180 pagine stampate su carta speciale delle Cartiere Miliani FabrianoOltre 100 illustrazioni (incisioni e disegni)Rilegatura in pelle pregiata con impressioni in oro zecchino sul piatto e sul dorsoCustodia in pelle con specchiature a stampaAntica stampa fedelmente riprodotta, a corredo del volumeTarga con dedica ad personamTiratura limitata a 999 esemplari numerati
A cura di: Pietro De Leo
Presentazione di: Cesare Damiano FonsecaVitalissimo centro della Messapia, unica colonia di origine spartana della Magna Grecia, Taranto esercita per secoli un ruolo di primaria importanza grazie ai prosperi commerci e alle ricche manifatture artigianali anche quando perde la propria libertà e viene occupata dai Romani. Alla caduta dell'Impero passa sotto la sovranità di Bisanzio che non riesce a difenderla dai Goti, né dai Longobardi né dai Saraceni. Infine, nell'XI sec. diventa parte integrante del Regno di Napoli, di cui condivide le sorti e l'alternarsi delle dominazioni francese e spagnola. La città conserva comunque una certa importanza grazie alla posizione, strategicamente cruciale, del suo porto. Il volume analizza soprattutto la situazione ottocentesca, dando ampio risalto a monumenti e a figure di spicco, ma soprattutto alla risorsa della pesca, di cui si illustrano sia le tecniche, sia le leggi che la regolamentano, sia le specie animali interessate. Del passato antico e delle varie dominazioni parlano gli splendidi reperti del Museo Nazionale, l'intreccio dei vicoli della città vecchia, i palazzi di quella nuova e, soprattutto le numerose tradizioni folcloriche in cui si assommano motivi orientali e catalani, indigeni e mediterranei, come nella celebre e suggestiva processione del Venerdì Santo.
Siamo spiacenti, questa opera è esaurita

Legatoria

La legatoria nei secoli ha seguito lo sviluppo dell’arte del libro. In Italia lavorano maestri artigiani che usano ancora oggi la tecnica della legatoria manuale tradizionale, nata come vera e propria arte tra il 1500 e 1700, realizzando raffinate legature frutto di una tradizione consolidata.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche