Trinacria

280 pagine, oltre 150 illustrazioni in bianco e nero e a colori Rilegatura artigianale, cucitura a mano, copertina in pelle di vitello, con concia vegetale al sego, tamponata a mano all' anilina Bassorilievo in argento sul piatto di copertina Contenitore in legno rivestito in pelle di vitello con specchiature a colori Tiratura in 50 esemplari, numerati da 1/50 a 50/50
A cura di: Marcello Teodonio
Il volume traccia una storia della cultura letteraria siciliana dal XIII al XIX secolo mettendo in luce l’intrecciarsi di due temi, quello della fedeltà ai caratteri propri della cultura isolana e quello dell’apertura a una dimensione di più ampio respiro, nazionale ed europea. Il doppio binario su cui procede la cultura siciliana è ampiamente desumibile in questa ampia ricognizione storico-letteraria: le poesie di Jacopo da Lentini si affiancano al ‘contrasto’ popolareggiante di Cielo d’Alcamo; le rappresentazioni sacre trecentesche e quattrocentesche alle storie popolari; i ‘lamenti’ in latino o in volgare sul destino dell’uomo al teatro colto o popolare del Quattrocento e del Cinquecento; il petrarchismo dialettale di Antonio Veneziano alla produzione eroica (ed eroicomica) del Seicento e al canzoniere di Paolo Mura; la lirica di Giovanni Meli al realismo di Domenico Tempio. Senza dimenticare il teatro settecentesco, in cui si intrecciano melodramma metastasiano e ‘vastasata’ dei facchini palermitani; l’Opera dei Pupi e la sua straordinaria rielaborazione della cultura classica; e il ricco repertorio tradizionale di leggende, credenze e racconti dei ‘cuntastorie’, testimoniata nell’Ottocento e nel Novecento, da grandi studiosi delle tradizioni popolari.
Le caratteristiche del bassorilievo in argento Bassorilievo in argento 999‰ (cm. 24x33) eseguito dalla Zecca di Stato da bozzetto originale di Marco Saliola della Scuola dell’Arte della Medaglia tirato in 50 esemplari numerati da 1/50 a 50/50 Ogni esemplare è marcato con punzone dell’I.P.Z.S., numerato e corredato di certificato di garanzia Breve descrizione del bassorilievo La figura femminile al centro della composizione, ripresa da una litografia ottocentesca, è la personificazione della Sicilia che reca con sé elementi simbolici della natura e della cultura dell’Isola. La ricca composizione che fa da cornice è liberamente ispirata agli stucchi che decorano l’oratorio della Confraternita di San Lorenzo di Palermo, opera dello scultore barocco Giacomo Serpotta (seconda metà del XVI secolo). Al centro, in alto, campeggia il simbolo della Sicilia.

Stampa

La stampa in ambito artistico è una tecnica con la quale vengono create e moltiplicate opere d’arte mediante l’utilizzo di matrici incise. Molto vario è il mondo delle tecniche di incisione che si definiscono per il materiale della matrice: incisioni calcografiche (acquaforte, acquatinta, ceramolle ecc.), xilografie, litografie, serigrafie. E la stampa fine art. Oggi le tecniche incisorie non sono affatto cambiate: venuta meno la loro stretta funzione di “moltiplicatori d’immagine” in seguito all’avvento della fotografia, continuano a essere un mezzo espressivo d’elezione per molti artisti. Lo stampatore ricopre un ruolo fondamentale interpretando il segno artistico con la sensibilità dell’artigiano.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche