La Collezione Celebrativa del Duecentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi

La "Collezione Celebrativa del Duecentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi"

Un'Opera in tiratura limitata che unisce la preziosità dell'arte al valore della testimonianza della storia. Il 4 luglio 2007, durante una cerimonia ufficiale alla presenza del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, verrà celebrato il secondo centenario della nascita di Giuseppe Garibaldi. Editalia, con il patrocinio del Comitato Nazionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali presenta la "Collezione Celebrativa del Duecentenario", opera in tiratura limitata, con la preziosa medaglia in oro coniata per l'occasione dalla Zecca dello Stato.

Coniazione celebrativa realizzata dalla Zecca dello Stato. L'opera, creata dai maestri incisori della Scuola dell'Arte della Medaglia, rappresenta l'eroe nella sua complessità, come protagonista della storia collettiva che trascende l'età gloriosa del Risorgimento. Al dritto, il ritratto di Garibaldi tratto da foto d'epoca, fissa l'immagine storica dell'uomo nella sua età matura. La scelta del profilo segue la tradizione medaglistica secondo la quale, questa iconografia, sottolinea l'autorità del personaggio rappresentato. Al rovescio, ispirata ad una scultura ottocentesca di Vincenzo Vela, la figura carismatica del Generale si staglia in una posa energica ma contenuta. Sullo sfondo, le rotte percorse dall'eroe dei due mondi, ad unire i luoghi dove egli visse ed agì. Autrice del dritto Valeria Celestina Sicilia. Autrice del rovescio, Rossella Santoro.

La medaglia è stata realizzata in due versioni: - oro 917‰ - ø 28 mm 16 g tiratura 750 esemplari numerati e certificati - argento 986 ‰ - ø 50 mm 80 g tiratura 1500 esemplari numerati e certificati. L'unica autobiografia autorizzata da Garibaldi, che riporta la dichiarazione di suo figlio Menotti con la quale si attesta che "è di pugno del Generale mio padre". Ricordi personali, scritti di carattere militare, considerazioni sulla politica e sulla società, rispecchiano la forza delle sue convinzioni. Un'elegante custodia di grande formato racchiude una litocalcografia su carta pregiata per stampe d'arte, tratta da un'incisione dell'Ottocento, conservata al Museo Centrale del Risorgimento, dal titolo "Garibaldi e Roma".

Una raccolta di veri cimeli storici: dodici rari documenti tratti da archivi e biblioteche, raccolti in una cartella.

Fra questi, l'atto di nascita di Garibaldi conservato a Nizza nella chiesa di S.Martino, il telegramma del 1866 con il celebre "obbedisco", il Regio decreto del 1875 col quale il re Vittorio Emanuele II concede a Garibaldi una rendita vitalizia in riconoscimento della sua opera per l'unità d'Italia, conservati a Roma nell'Archivio di Stato.

La ristampa anastatica del volume "Memorie autobiografiche" di Giuseppe Garibaldi, dalla rara edizione del 1887. Il volume, di circa 500 pagine, rilegato in pelle e con impressioni in oro, è corredato da 24 tavole a colori fuori testo con dipinti di celebri pittori dell'epoca che illustrano le tappe dell'epopea garibaldina. Il cofanetto della "Collezione Celebrativa del Duecentenario" è rivestito in seta. Il ritratto di Garibaldi e la sua firma sono riprodotti in serigrafia.
La medaglia è stata realizzata in due versioni:

- oro 917‰ - ø 28 mm 16 g tiratura 750 esemplari numerati e certificati

- argento 986 ‰ - ø 50 mm 80 g tiratura 1500 esemplari numerati e certificati.
Ti potrebbe interessare anche