Scultura Ferrari 250 GTO

Ferrari sceglie Editalia per creare i progetti più esclusivi dedicati agli appassionati della Rossa.

UN ESEMPLARE PERFETTO Dal modello in gesso alla fusione in metallo, dalla lucidatura della scocca all'assemblaggio e al ritocco di precisione dei dettagli, ogni elemento di quest'opera è stato realizzato con cura e con perizia artigianale. 1962 - 2012. Un anniversario importante per una vettura storica che riassume al meglio la filosofia Ferrari: prestazioni ai massimi livelli con un'estetica d'eccezione. Entusiasmante in competizione, ambitissima dal pubblico, la Ferrari 250 GTO fu prodotta in soli 36 esemplari: è infatti una delle auto più esclusive e quotate del mondo. La galleria del vento ne ha modellato le forme, la pista e la strada ne hanno decretato la fama leggendaria, il tempo l'ha resa un'icona. Oggi è tornata. Ma solo per pochi, appassionati collezionisti.
La scultura è realizzata con la tecnica della microfusione a cera persa, in bronzo laminato in palladio. I cristalli sono preziosi smalti "cattedrale" trasparenti, realizzati a caldo e permettono la visione dei particolari degli interni. Dimensioni: 9,7 x 24 x 6,5 cm ca. scala 1/18 Tiratura limitata per l'Italia: 250 esemplari numerati e certificati
Sul supporto in metallo piegato in più sezioni, laminato in palladio e verniciato a fuoco, è inserito il logotipo Ferrari originale, lo stesso che viene applicato sulle autovetture, così come anche il colore rosso è realizzato con le vernici originali Ferrari.

Il supporto, dal design minimalista, è ispirato a un segmento di pista per sottolineare la vocazione sportiva di questo modello.



Dimensioni del supporto: 28 x 28 x 8 cm ca.

Fusione

La storia dei manufatti artistici fusi in metallo ha origine nel VI secolo a.C., presto si passò dalle fusioni piene a quelle cave, e si può dire che dai primordi a oggi si è verificato un perfezionamento nei materiali e nelle tecniche, mentre i principi di base sono rimasti gli stessi. La fusione a cera persa o microfusione è una tecnica storicamente applicata all’oreficeria, poi esportata in altri ambiti artistico/artigianali; si basa sulla colatura di metallo fuso all’interno di una forma negativa, che per essere realizzata prevede passaggi di modellazione in gesso, bronzo e successivamente in cera.

Scopri il mestiere dell'arte
Ti potrebbe interessare anche